La nuova graffetta che combatte l'ipertensione

Si chiama "ROX Coupler", ed è stata sperimentata dai medici della Queen Mary University di Londra

L’ipertensione è un disturbo molto diffuso, generalmente curato con un mix di farmaci e corretta alimentazione, niente fumo e esercizio fisico. Essendo uno dei maggiori fattori di rischio per infarti e ictus, è molto importante monitorare e tenere i valori della pressione sotto controllo. Tuttavia questi rimedi in una certa percentuale di casi, circa il 15%, non producono risultati apprezzabili. Per questo è stata messa a punto una nuova tecnica chirurgica, ancora in fase sperimentale e testata finora su meno di 100 volontari. La tecnica consiste nell'impianto di un apparecchio grande circa come una graffetta nei vasi sanguigni della coscia. Lo strumento si chiama "ROX Coupler", ed è stato sperimentato dai medici della Queen Mary University di Londra, cui ha fatto seguito una pubblicazione sulla prestigiosa rivista Lancet.
ipertensione,salute,medicina
Il ROX Coupler riesce a creare uno spazio tra arteria e vena a livello inguinale, permettendo cosi di diminuire la resistenza dei vasi sanguigni e di far scendere la pressione. L’operazione di impianto è reversibile, e il ROX Coupler può venire asportato senza problemi. L'apparecchio è tuttavia ancora in fase di sperimentazione, e presenta ancora effetti collaterali quali gonfiori diffusi alle gambe.