Le banche di oltre 30 nazioni frodate da un enorme attacco hacker

Da 300 milioni a 1 miliardo di dollari trafugati nel giro di due anni da un gruppo di hacker presumibilmente russi

Un gruppo di hacker (presumibilmente russi) sarebbe riuscito a trafugare nel giro di due anni una somma compresa fra 300 milioni e 1 miliardo di dollari, secondo gli esperti di sicurezza di Kaspersky Lab. Il gruppo è stato battezzato "Carbanak", dal nome del malware utilizzato per infettare i sistemi. A essere stati colpiti sarebbero una serie di istituti russi, statunitensi e dell'Europa orientale. La società per la sicurezza informatica Kaspersky Lab non ha comunque voluto rivelare i nomi delle banche vittima dalla truffa. Secondo il New York Times sarebbero più di 100 e sparse in oltre 30 nazioni oltre agli USA, incluse Russia, Germania, Cina, Ucraina e Canada. Sono già state accertate 37 operazioni fraudolente contro istituti di credito americani, e 178 contro banche russe.
hacker,sicurezza-informatica,banca,kaspersky-lab,barack-obama
Le banche interessate non hanno ovviamente alcun interesse a rivelare di essere rimaste vittima di attacchi di questo genere, per motivi di mercato e di reputazione. Per cercare di rimediare a questa scarsa trasparenza il presidente Obama, proprio la settimana scorsa, ha fatto presente l'urgenza di una norma di legge che obblighi a informare il pubblico di qualsiasi falla di sicurezza nella custodia di dati personali o finanziari.