Le nuove tariffe elettriche non saranno più in base ai consumi?

Con le nuove tariffe le categorie più svantaggiate saranno i non residenti e i single. Le modifiche sono attualmente già allo studio

La tariffa elettrica aumenta progressivamente in base ai consumi, praticamente da sempre. L'Autorità ha tuttavia deciso di modificare questo meccanismo, stabilendo tariffe di rete uguali per tutti e non più progressive, e decise per il 50% in base alla potenza e per il 50% sui consumi, differenziando anche tra residenti e non residenti. Le categorie più svantaggiate saranno dunque i non residenti, e i single. Un ipotetico single con reddito consistente e che per questo mangia spesso fuori la sera, consuma ovviamente meno di una famiglia. Anche se consuma di meno, il single dovrà pagare di più di quello che paga oggi. Secondo gli analisti la nuova soluzione manterrebbe "sostanzialmente invariata" la bolletta del consumatore medio, darebbe vantaggi ai residenti, e farebbe risparmiare le famiglie numerose.
elettricita,tariffe
Questa rivoluzione nelle tariffe elettriche è comunque ancora in fase di studio, me se ne potrebbero vedere i primi effetti già a partire dal 2018.