Quanto dormono scienziati, politici e imprenditori di successo?

Leonardo da Vinci era del tutto atipico anche nel sonno: era abituato a dormire 20-40 minuti ogni quattro ore

Margaret Thatcher dormiva circa quattro ore per notte, Winston Churchill quasi per niente, ma dopo pranzo faceva sempre un pisolino di un'ora e mezza. Bill Gates si concede invece sette ore di sonno, mentre Jeff Bezos, il fondatore di Amazon, "addirittura" otto. Barack Obama cerca sempre di dormire almeno sei ore per notte, anche se non ci riesce quasi mai. A Donald Trump, il miliardario americano, bastano 3-4 ore di sonno per notte, le stesse che si concedevano Thomas Edison e Isaac Newton. Leonardo da Vinci era invece del tutto atipico anche nel sonno: era abituato a dormire 20-40 minuti ogni quattro ore. I ricercatori che hanno studiato questo particolare metodo di riposo lo chiamono "ciclo Uberman", a differenza del "ciclo Dymaxion", che prevede una pausa di mezz'ora da dedicare al sonno ogni 6 ore.
sonno,salute,margaret-thatcher,winston-churchill,bill-gates,jeff-bezos,barack-obama,donald-trump,thomas-edison,isaac-newton,leonardo-da-vinci,sovrappeso,colesterolo,ipertensione,diabete
Insomma, tutti questi personaggi famosi dormono molto meno delle ore di sonno raccomandate dai medici, che variano da un minimo di sette a un massimo di nove, per le persone fra i 18 e i 64 anni. Cosa non proprio consigliatissima, dal momento che medici e ricercatori hanno più volte ribadito che una buona qualità del sonno è fondamentale per abbassare alcuni fattori rischio per la salute come il sovrappeso, il colesterolo, l'ipertensione e il diabete di tipo 2.