Video - Un robot umanoide per le missioni spaziali

R5 Valkyrie è pensato come un robot umanoide da inviare nello spazio, forse su Marte

Il Massachusetts Institute of Technology e la Northeastern University di Boston si sono recentemente aggiudicati il DARPA Robotics Challenge della NASA, che ha quindi assegnato ai due istituti universitari due prototipi di androidi "R5 Valkyrie". La nuova sfida dei ricercatori sarà ora quella di scrivere dei software per R5 Valkyrie in grado di farlo operare per il suo compito designato: supporto operativo per i team spaziali. I due istituti di ricerca riceveranno fino a 250.000 dollari l'anno per un biennio, e avranno il supporto tecnico della NASA. R5 Valkyrie è infatti pensato come un robot umanoide da inviare nello spazio, in vista anche delle probabili future missioni spaziali su Marte. Si tratta della "naturale" evoluzione di Robonaut, il robot sviluppato fin dal 1997 della NASA proprio con questo scopo. "I progressi nel campo della robotica, tra cui la collaborazione uomo-macchina, sono essenziali per lo sviluppo delle capacità necessarie per il nostro viaggio con destinazione Marte", ha dichiarato un portavoce della NASA. R5 Valkyrie pesa 125 kg, per 190 cm di altezza. La versione attuale è stata realizzata dal Johnson Space Center della NASA in collaborazione con l'Università del Texas. Il robot è alimentato da una batteria che al momento ha circa un'ora di autonomia. Non molto, ma può essere sostituita in pochi minuti da una sola persona, così come qualunque arto dell'androide.