Video - Il ristorante dove è vietato mangiare

In questo ristorante si fanno solo SelFoods

Hai capito bene, in questo ristorante non si mangia, anche se cucinano piatti buonissimi. Beh, bellissimi per lo meno, se sono anche buonissimi nessuno lo sa. Non li ha mai assaggiati anima viva. Perché questo è il ristorante dove non si mangia perché È VIETATO mangiare! Ma sei matto?! Qui si fanno solo i #SelFoods, non si rovinano i piatti mangiandoli! E poi come li fotografo per mettere la foto su MySpace? No FriendFeed! Volevo dire FriendFeed! Cioè, com'era quel gruppo Usenet per le foto? Poi cmq le carico su GeoCities. Se solo mi ricordassi quel comando di Gopher... sulla 70 vero?! Oppure, chi mi passa una NUI-NUA di Itapac? Aspetta no... Facebook! Sì, la roba da mangiare si fotografa per metterla su Facebook insieme ai gatti, che poi il Bot la retweetta su Twitter in automatico, la pinna su Pinterest, la insta su Instagram e la appa su WhatsApp e Telegram assieme, e mi mette subito anche il Like. Come è giusto che sia - per tutti i daemon - non viviamo mica più nelle caverne con i modem a 300 baud! Maledetto Trumpet Winsock! Tutto questo e molto, molto altro nel nuovo film firmato Maccio Capatonda, per la regia di Tito Lo Lungo: "Che bisogna fare un uso responsabile di Internet e dei Social Network altrimenti ne si diventa dipendenti". Corri al cinema anche tu e compra il biglietto per la sala dove proiettano "Che bisogna fare un uso responsabile di Internet e dei Social Network altrimenti ne si diventa dipendenti". No, non quello di un'altra sala: proprio quella dove proiettano "Che bisogna fare un uso responsabile di Internet e dei Social Network altrimenti ne si diventa dipendenti". La meravigliosa storia di un amore nato sul Web, cresciuto sul Web, ma forse rimasto troppo tempo sul Web. E forse era anche meglio se ci rimaneva, sul Web.