Prepariamoci a nuove esistenze: siete pronti per la prossima iterazione?

Ciò che deve accadere accadrà, perché è già accaduto

Ognuno è artefice del proprio destino, però è anche vero che dipende molto dalle condizioni iniziali dell'esperimento "vita". Molti nobili personaggi hanno fatto molto, ma magari se fossero nati a Korogocho o Dandora a Nairobi, o in una bidonville di Rio de Janeiro, le cose sarebbero andate diversamente. Magari sarebbero anche finiti in prigione, o uccisi durante uno scontro a fuoco tra bande criminali. In realtà, siamo tutti come detriti trascinati da un fiume in piena: quindi tra "ognuno è artefice del proprio destino", e "che Dio ce la mandi buona", direi che come affermazione è senz'altro più vera la seconda, in valore assoluto. Le nostre azioni sono la causa, quello che chiamiamo "destino" sono gli effetti. Sempre che l'esperimento "vita" si svolga in condizioni di imparzialità, altrimenti, come si dice, "la storia è destinata a ripetersi". Ciò che deve accadere accadrà? Qualunque cosa facciamo per evitarlo? La risposta è sì, se le condizioni iniziali di cui si parlava all'inizio vengono fatte variare di poco o per nulla. In questo caso ciò che deve accadere accadrà, semplicemente perché è già accaduto in una iterazione precedente. Le condizioni al contorno non possono portare altro che a quel risultato. Vediamo allora che tutti i momenti delle nostre vite vissuti e passati insieme - tecnicamente - sono stati solo una illusione, o lo saranno. Però ci ricorderemo di noi segretamente, ed è questo che veramente conta. Non l'esperimento, ma la particolare configurazione che lo stato delle nostre esistenze aveva in un qualunque momento dell'esperimento, per la sua unicità e perché, questo sì, è irripetibile. Se chi opera sul piano di esistenza superiore vorrà - chiamatelo Dio, SuperUser o come volete - potremo forse ripetere ancora l'esperimento... e forse lo abbiamo già fatto infinite volte. Arriverà allora ancora una volta il giorno atteso, a schiudere gli impediti passaggi. Prepariamoci a nuove esistenze: la nostra benedizione, la nostra condanna.
fantascienza,geek,scrittori,ted-chiang,musica,canzoni,cantanti,franco-battiato,mondo-virtuale,realta-virtuale,metaverso,scienza,nick-bostrom
E se invece di infinite iterazioni si trattasse di infinite ricorsioni? Oh shi-
• NOTA: Ma sei ancora qui? Proprio niente da fare oggi, eh?! Comunque se quello che hai letto ti suona vagamente familiare, è perché è stato ispirato (per tutte le parti in grassetto) da: - "Eri con me" (la canzone), da "Apriti Sesamo" (l'album) di Franco Battiato. • Scopri "Apriti Sesamo" su Amazon! » E da (per il senso generale della cosa): - Are You Living in a Simulation? di Nick Bostrom. - Che si può riassumere qui: Simulation Hypothesis - Wikipedia. • Scopri Nick Bostrom su Amazon! » E da: "Exhalation", il racconto breve di Ted Chiang: - Exhalation da ascoltare (in inglese). - Exhalation da leggere (in inglese). • Scopri Ted Chiang su Amazon! » E da (come avrai giustamente sospettato): - Una birra di una nota marca di cui non faccio nome per non fare pubblicità. Ok, facciamo pure un paio di birre. Cheers! (Hic)